Termografia qualitativa, una miniera di informazioni

Termografia qualitativa, una miniera di informazioni

Oggi parliamo di termografia qualitativa, che in estrema sintesi consiste in una profonda analisi del termogramma, senza l’obiettivo di “misurare” temperature, cosa che tra l’altro la termocamera non fa direttamente.

Ti faccio presente che le temperature che leggi di lato alle immagini si definiscono “apparenti”, proprio perchè occorre impostare dei parametri precisi perchè siano reali, ma questo non è il caso della termografia qualitativa.

Nel termogramma in alto è possibile reperire diverse informazioni:

1 – Esiste un ponte termico nell’angolo in alto a sinistra;

2 – L’amplificatore del segnale antenna è sotto tensione;

3 – Si individuano le travi perimetrali in calcestruzzo;

4 – Sono estremamente chiari i percorsi dei corrugati dell’impianto elettrico.

5 – Occorre procedere ad una misura dei parametri oggetto per valutare il rischio muffa e condensa.

Ancora un altro termogramma:

Anche per questo termogramma l’analisi è qualitativa.

1 – Pilastro e trave sono evidenti ponti termici;

2 – Si vede l’orditura del solaio;

3 – Sono estremamente chiari i percorsi dei corrugati dell’impianto elettrico;

4 – Il router WiFi è sotto tensione e scalda anche parecchio!

Conclusioni

Come hai visto, semplicemente osservando un termogramma, è possibile acquisire informazioni molto utili per interventi edilizi, elettrici, per comprendere la “bontà” dell’involucro edilizio, per comprenderne tessiture, materiali e geometrie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.